6/27/2019

Ripensare la Creatività: P&G a Cannes

Il 66° Festival Internazionale della Creatività "Cannes Lions" si è concluso e P&G ha lasciato un segno indelebile in occasione della nostra 17° partecipazione al premio.

Volevamo soddisfare la crescente domanda dei consumatori per storie ed esperienze autentiche che abbiano un impatto positivo sulla società e sull'umanità.

Abbiamo avviato una serie di collaborazioni creative nuove e innovative, che ripensano la creatività per reinventare la pubblicità, in un momento in cui il cambiamento è necessario. Collaborazioni che hanno come oggetto l'interazione fra pubblicità, giornalismo, cinema, musica, commedia e tecnologia. Collaborazioni che riuniscono gli innovatori che utilizzano l'uguaglianza e l'inclusione per generare creatività che sia di maggiore ispirazione e che le persone vogliano sperimentare continuamente.

SALA STAMPA: P&G Ripensa la creatività per reinventare la pubblicità attraverso collaborazioni creative nuove e innovative

Abbiamo iniziato la settimana discutendo la nostra nuova collaborazione di tipo filantropico con Thrive Global di Arianna Huffington, che inserisce il "micro-step habit stacking" (ripetizione di comportamenti positivi in micro-fasi) nelle marche di P&G come Oral-B e Crest, Pampers, Venus, Secret e Pantene, combinando le scienze cognitive e comportamentali con le scienze biologiche per aiutare il consumatore a ridurre lo stress e migliorare la salute quotidiana.

Il secondo giorno è stato pieno di conversazioni coraggiose e stimolanti, con i primi due eventi ospitati al Cannes Can Diversity Collective a Inkwell Beach.

In collaborazione con Saturday Morning, P&G ha presentato in anteprima una pellicola coraggiosa e rivoluzionaria, “The Look”, creata per stimolare conversazioni e azioni importanti su temi come la razza, l'inclusione e l'empatia.

La presentazione del film è stata accompagnata da esperienze di realtà virtuale fornite da RYOT di Verizon Media, con tools di BET, Spotify e Twitter. Queste innovazioni creative generano consapevolezza, aumentano la comprensione e rafforzano la connessione fra gli esseri umani aiutando le persone a cambiare prospettiva. Sono progettate espressamente per innescare il dialogo e l'azione attraverso una varietà di punti di vista. P&G e i suoi partner stanno ripensando la creatività, per creare un mondo più diversificato, davanti e dietro la macchina da presa, per ispirare empatia e creare un movimento per una maggiore inclusione nell'industria creativa.

In un mondo pieno di divisioni, Pantene ha celebrato l'umanità dell'inclusione e la libertà di espressione con l'anteprima della campagna "Don’t Hate Me Because I’m BeautifuLGBTQ+". Un gruppo di relatori ha analizzato la rappresentazione delle persone LGBTQIA+ nella pubblicità e nei media, osservando che non sono generalmente rappresentate, o non vengono rappresentate in modo accurato o realistico, a causa degli stereotipi e di pregiudizi negativi. Se le persone non si vedono rappresentate, come possono trovare il loro posto nel mondo? Come possono avere la fiducia di poter fare qualcosa di grande? Trent'anni dopo aver sfidato il mondo con "Non odiarmi perché sono bella", Pantene si scaglia di nuovo contro i pregiudizi e dimostra come questa lotta può ispirare trasformazioni positive.

P&G è diventata una delle prime aziende Fortune 500 ad inserire nel 1992 l'"orientamento sessuale" nella sua dichiarazione sulla diversità.  La battaglia per l'uguaglianza sul posto di lavoro per la comunità LGBTQ, tuttavia, era solo all'inizio.  Devastati dall'epidemia di HIV/AIDS e mentre combattevano un'opposizione sempre più esplicita e organizzata, i dipendenti LGBTQ lottavano in tutto il paese per ottenere pari condizioni sul posto di lavoro.   Manifestando contro l'intolleranza e l'odio, i lavoratori hanno iniziato a far sentire la loro voce attraverso un dialogo significativo e costruttivo radicato nella natura umana e nei valori reciproci.  Basandosi sugli insegnamenti del movimento per i diritti civili, i dipendenti di P&G hanno iniziato un viaggio di dieci anni non solo per ricevere uguali benefici in quanto dipendenti, ma anche per abrogare l'articolo XII di Cincinnati e arginare l'ondata di pregiudizi nella comunità. “Out of the Shadows”, prodotto in collaborazione con Great Big Story della CNN, ha debuttato a Cannes, raccontando come l'avvio del dibattito abbia cambiato i cuori e le menti, il modo in cui le aziende vedevano il loro ruolo nel contribuire alla giustizia sociale e come ciò, a sua volta, abbia cambiato il mondo.

L'anno scorso a Cannes, Free The Bid ha annunciato un piano triennale per raddoppiare il numero di donne registe nel proprio database e per espandersi in 20 paesi promuovendo l'uguaglianza di genere dietro la macchina da presa. Quest'anno, P&G ha collaborato per annunciare una nuova partnership di settore collettiva per rilanciare Free The Bid come FREE THE WORK, un servizio globale di scoperta di talenti per donne e creativi sottorappresentati, che si avvale del machine learning e di strumenti interattivi di costruzione di comunità, per creare un ponte tra i talenti e coloro che li assumono. FREE THE WORK affronterà le sfide della disuguaglianzaa con soluzioni e azioni pratiche applicabili in tutti i settori della creatività globale.

La giornata di martedì si è conclusa con una conversazione sugli uomini insieme all'attore, regista e innovatore Justin Baldoni, alla giornalista pluri premiata Katie Couric e al Chief Brand Officer di P&G Marc Pritchard. Il trio ha parlato delle sfide uniche che gli uomini devono affrontare nel mondo di oggi e di come lo storytelling possa aiutare tutti a evolversi con una definizione progressiva di mascolinità. Ha discusso sul ruolo degli uomini, in quanto mariti, padri, figli, compagni di squadra, leader, colleghi, amici ed esseri umani.

L'evento sul palco principale di mercoledì ha visto protagonista John Legend, uno degli artisti e degli uomini più amati del nostro tempo. Insieme a Katie Couric, giornalista e fondatrice di Katie Couric Media, e Marc Pritchard, Chief Brand Officer di P&G, John Legend. I tre hanno discusso esempi di creatività che passano dall'umanità dell'amore, dell'attivismo, della razza, degli uomini, della musica e della commedia. Ha esplorato molteplici rappresentazioni dell'umanità: dall'essere un genitore, un uomo, alle esperienze con i pregiudizi razziali, a soluzioni per la giustizia sociale.

Dai un'occhiata ad alcune delle ultime novità di SK-II, presentate in anteprima durante la conferenza: il Master Class Oh Pitera SK-II con John Legend, con la partecipazione di James Corden, Naomi Watanabe e Tang Wei. Di recente John ha incontrato anche Katie per raccontare di come l'esempio di suo padre gli sia servito da modello per il modo in cui lui sta crescendo i suoi figli. Il video è disponibile qui.

Una prima volta ai Cannes Lions

Per la prima volta, P&G ha portato alcune delle sue ultime tecnologie e innovazioni ai Cannes Lions nel P&G LifeLab.

Per oltre 180 anni, l'approccio di P&G all'innovazione è stato quello di mettere al primo posto il consumatore. Uniamo una curiosità inesauribile e la passione per il consumatore con l'innovazione scientifica, per migliorare le attività quotidiane come lavarsi i denti, radersi e idratarsi.

Sviluppiamo costantemente nuovi prodotti e formulazioni e troviamo sempre più modi per integrare nuove tecnologie nei nostri prodotti, per rendere migliori l'esperienza e il piacere che i consumatori provano con le nostre marche.

Il P&G LifeLab di Cannes ha fatto diventare realtà queste parole, con esperienze dinamiche e interattive, per far conoscere le innovazioni dei nostri prodotti e delle nostre marche - da SK-II, Olay, Pantene, Head & Shoulders, Oral-B e Venus, oltre ad alcune nuove marche e idee che stanno per essere lanciate.

La nostra idea di LifeLab è nata al Consumer Electronics Show di Las Vegas a gennaio. Molte persone sono rimaste sorprese nel vedere P&G al CES, perché non ci considerano un'azienda tecnologica. Ma la tecnologia sta cambiando ogni aspetto della nostra vita quotidiana: come viviamo, come facciamo acquisti, come interagiamo con le marche e come le usiamo.

Siamo entusiasti di portare LifeLab a Cannes, perché la tecnologia è un altro modo per reinventare la pubblicità e l'esperienza globale del consumatore.

Cosa sarebbe il Festival Internazionale della Creatività "Cannes Lions" senza premi? Il Festival celebra la creatività sin dal 1954 e i suoi premi sono tra i più ambiti per i settori della comunicazione creativa e del marketing. Ogni anno durante i Cannes Lions, i nostri colleghi e le agenzie partner sono riconosciuti per il loro lavoro in diverse categorie.

Quest'anno, le agenzie di P&G hanno vinto 16 Lions per i loro lavori nelle campagne pubblicitarie del marchio P&G. P&G è orgogliosa di lavorare con alcuni dei più brillanti professionisti del settore e si congratula con ciascuno di loro!

Guarda l'elenco completo e i link ai lavori premiati:

ORO:

  1. Tide It’s a Thursday Night Tide Ad a Saatchi & Saatchi
  2. Tide [It’s a Tide Ad] a Saatchi & Saatchi
  3. Old Spice The Endless Ad a Wieden+Kennedy Sao Paolo

ARGENTO:

  1. Gillette The Barbershop Girls: Shaving Stereotypes a Grey India Mumbai
  2. Tide It’s a Thursday Night Tide Ad a Saatchi & Saatchi
  3. Gillette We Believe: The Best Men Can Be a Grey New York
  4. Gillette First Shave a Grey Canada
  5. Old Spice The Endless Ad a Wieden+Kennedy Sao Paulo
  6. Vicks One in a Million a Publicis Singapore

BRONZO:

  1. Due premi per Vicks One in a Million a Offroad Films Mumbai
  2. Due premi per Gillette Gillette Treo a Grey London
  3. Vicks Touch of Care India a Publicis Singapore
  4. Old Spice The Endless Ad a Wieden+Kennedy Sao Paulo
  5. Gillette (First Shave) a Grey Canada