6/27/2012

Pampers: il Primo Marchio di P&G da 10 Miliardi di Dollari

A volte l'ispirazione viene dalle direzioni più inaspettate.

Circa 55 anni fa, il ricercatore della P&G Vic Mills visse sulla propria pelle la frustrazione di cambiare il pannolino di stoffa del nipote appena nato. L’operazione era piuttosto complicata: i pannolini di stoffa vestivano male, si inzuppavano troppo rapidamente e dovevano essere lavati troppo spesso.

Mills decise che doveva esserci un'alternativa migliore ai pannolini di stoffa e, nel 1956, chiese ai suoi colleghi del reparto Ricerca e Sviluppo di lavorare alla messa a punto del primo pannolino usa e getta di alta qualità e dal prezzo contenuto.

All'epoca negli Stati Uniti i pannolini usa e getta erano utilizzati in meno dell'1% dei casi e forse neanche Mills avrebbe potuto immaginare dove sarebbe arrivata la sua idea mezzo secolo dopo. Il suo lavoro, e quello dei suoi colleghi ricercatori portò alla creazione di Pampers, attualmente il marchio di pannolini numero 1 al mondo, usato da 25 milioni di bambini in oltre 100 paesi.

Questo mese, Pampers è diventato il nostro primo marchio a generare oltre 10 miliardi di dollari di fatturato all’anno: non un risultato da poco.

P&G ha 25 marchi che valgono miliardi di dollari, che figurano tra alcuni dei prodotti per la casa più conosciuti al mondo, ad esempio Gillette, Pantene, Oral-B, Olaz e Tide.

Pampers - la nascita del primo marchio p&g da 10 miliardi di dollari

"Pampers ha guadagnato la fiducia di generazioni di genitori", ha affermato Martin Riant, Presidente del Gruppo, Global Baby Care. "È diventata una delle marche più iconiche del mondo prendendosi cura con costanza della crescita sana e felice di tutti i bambini."

Questo è un . . . Pampers

I pannolini Pampers sono nati nel 1961. Nei primi anni, il marchio fu oggetto di una serie di riprogettazioni, test e sviluppi nelle fasi di fabbricazione. Sebbene sul mercato fossero presenti altri pannolini usa e getta, la combinazione tra prestazioni superiori e prezzi ragionevoli dei Pampers ha di fatto creato la categoria dei pannolini usa e getta negli Stati Uniti.

Pampers raggiunse un primo importante traguardo nel 1964, quando ottenne il suo primo brevetto negli Stati Uniti. Cinque anni dopo, divenne il primo marchio venduto a livello nazionale negli Stati Uniti. Nel corso dei successivi 10 anni, Pampers ha ampliato la distribuzione in tutto il mondo, arrivando in Europa, Asia e America Latina.

Innovare il Nostro Cammino verso il Successo

Nel corso dei decenni, Pampers ha continuato a introdurre innovazioni per i pannolini che hanno migliorato la vita di tutti i giorni:

  • Anni '50: Introduzione di pieghe a Z per una fodera aderente e asciutta;
  • Anni '70: Sostituzione delle spille con fascette di chiusura adattabili, per migliorare la vestibilità del pannolino e ridurre le perdite;
  • Anni '80: Presentazione di un rivoluzionario pannolino più sottile con super assorbitori che trattenevano il bagnato e permettevano ai bambini di gattonare, correre e giocare più agilmente;
  • Anni '90: Introduzione del primo pannolino con lati elastici e altre modifiche per migliorare l'asciutto e la protezione della pelle dei bambini;
  • Anni 2000: Introduzione di Baby Stages of Development, una linea completa di pannolini, mutandine assorbenti e salviettine progettati per ogni fase della crescita del bambino.
  • Le innovazioni più recenti di Pampers, Swaddlers e Cruisers hanno fatto sì che i nostri pannolini fossero i più morbidi e sottili in assoluto, in quanto utilizzano il 40% di materiale in meno e l'80% di volume in meno rispetto ai nostri pannolini degli anni '70, con vantaggi sia per la comodità, che per l'ambiente.

Prendersi Cura dei Bambini Ovunque

C'è molto altro nella storia di Pampers, oltre all'innovazione. Il successo del marchio Pampers si spiega grazie alla costante spinta al conseguimento del suo obiettivo: occuparsi della crescita sana e felice di tutti i bambini.

Ad esempio, sappiamo che essere genitori è gratificante, quanto difficile. Ecco perché Pampers ha creato il Pampers Village Parenting Panel, un gruppo di professionisti selezionati da tutti i settori legati alla gravidanza e allo sviluppo infantile, che offrono consigli e informazioni per favorire il benessere di neonati e genitori.

Dal 2006, Pampers collabora con l'UNICEF per aiutare a eliminare il tetano materno e neonatale (MNT), una malattia mortale che ancora oggi è responsabile della morte di un neonato ogni nove minuti. Fino ad oggi, Pampers ha raccolto fondi per 300 milioni di vaccini, proteggendo 100 milioni di mamme e i loro bambini. Il programma "1 pacco = 1 vaccino" ha contribuito a eliminare il tetano materno e neonatale in Uganda e Myanmar.

Pampers: Mio caro, come sei cresciuto

Oggi i Pampers sono prodotti in quasi 30 stabilimenti produttivi in 25 paesi e sono disponibili in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Raggiungiamo i più piccoli negozietti in mercati come l'India e il Sud-Est Asiatico, dove vendiamo confezioni da uno o due pannolini, e vendiamo anche on-line all'ingrosso in mercati come il Nord America, l'Europa e il Giappone.

"Generazioni di impiegati di P&G hanno reso il marchio Pampers vincente in tutto il mondo, nei mercati sviluppati e in quelli in via di sviluppo, grazie ai punti di forza di P&G, ovvero la conoscenza dei consumatori, l'innovazione, il branding, l'ottima realizzazione dell'accesso ai mercati e la scala globale", ha affermato Riant. "Cinque decenni di innovazione del pannolino hanno migliorato la vita quotidiana di genitori e bambini. Oggi continuiamo a concentrarci sulla comprensione profonda delle esigenze dei consumatori per garantire l'innovazione e il miglioramento in tutto ciò che facciamo."

Pensiamo che il signor Mills e la sua squadra approverebbero.

Pampers

Materiali correlati:

Pampers Fact Sheet