29/11/2021

Net zero: un altro passo per la sostenibilità ambientale

Zero emissioni nette

Con net zero si intende “__zero emissioni nette__”. Un’azienda è carbon neutral quando le emissioni di gas serra che genera con la propria attività produttiva vengono bilanciate da una quantità equivalente di emissioni riassorbite, in genere tramite soluzioni climatiche naturali (NCS). Il concetto di net zero va oltre l’obiettivo della carbon neutrality, coinvolgendo nella decarbonizzazione l’intera filiera (value chain) dell’azienda.

Il net zero è un traguardo chiave a livello mondiale per mantenere l'aumento medio della temperatura globale sotto i 2°C, puntando a limitarlo a 1,5°C, così come stabilito dall’Accordo di Parigi del 2015. In questo modo si potranno limitare i rischi e gli impatti del cambiamento climatico.

La nostra net zero 2040 ambition

Raggiungere il net zero richiede cambiamenti a tutti: alla politica globale e locale, alla ricerca perché metta a punto tecnologie innovative, alle imprese di ogni settore perché diventino aziende ecosostenibili intraprendendo (o continuando) la strada della decarbonizzazione e, naturalmente, a ai consumatori perché adottino stili di vita e abitudini quotidiane improntati alla sostenibilità ambientale. Fare la propria parte per lo sviluppo sostenibile è improcrastinabile: i dati scientifici confermano che per il nostro pianeta la posta in gioco è davvero alta.

Siamo pronti ad affrontare la sfida del net zero: la transizione climatica di P&G è iniziata già nel 2007, quando abbiamo fissato per la prima volta l’obiettivo di ridurre le emissioni climalteranti dei nostri impianti produttivi. Oggi gli obiettivi di questa transizione climatica non possono che essere ancora più ambiziosi.

Il nostro proposito, infatti, è azzerare le emissioni di gas serra per raggiungere il net zero entro il 2040. Questo obiettivo, la Net Zero 2040 Ambition, ribadisce la nostra priorità di ridurre le emissioni oggi, con gli strumenti a disposizione, mentre continuiamo a innovare per ridurle sempre di più in futuro. Elimineremo la maggior parte delle nostre emissioni GHG che riguardano la sfera delle operations (attività produttive) e della supply chain (catena di fornitura), dalle materie prime alla vendita, in particolare le:

  • emissioni dirette (scope 1) dei nostri stabilimenti;
  • emissioni indirette (scope 2) dovute alla produzione dell’energia acquistata;
  • emissione indirette (scope 3) associate sia alle materie prime, che al trasporto in ingresso delle materie prime da parte dei fornitori e distribuzione dei prodotti finiti verso la vendita al dettaglio.
Un'infografica temporale che illustra le azioni che P&G intraprenderà nei prossimi decenni per raggiungere emissioni nette pari a zero in tutte le sue operazioni e catena di approvvigionamento entro il 2040.

Nel nostro piano di transizione climatica stiamo seguendo le linee guida di Science-Based Targets Initiative (SBTi), in modo da avanzare verso il traguardo delle zero emissioni nette su basi scientifiche.

In vista del net zero, abbiamo fissato degli obiettivi intermedi per la decarbonizzazione, da raggiungere entro il 2030, che sono stati sottoposti a Science-Based Targets Initiative: ridurremo le emissioni di tutte le nostre attività produttive del 50% e della nostra catena di fornitura del 40%.

Per arrivare al net zero riducendo le emissioni dell’intera filiera è necessario, anzitutto, mappare e misurare il proprio impatto ambientale, la carbon footprint (impronta di carbonio). Le nostre emissioni GHG risultano ripartite in questo modo: materiali e imballaggi forniti dalla catena di fornitura (8,5%); attività produttive (1,3%); trasporti (2%); uso da parte dei consumatori (83,3%); fine vita dei prodotti (4,7%).

P&G Carbon Footprint

Il piano d’azione per la transizione climatica di P&G

Abbiamo annunciato ufficialmente un piano generale, il Climate Transition Action Plan, con le misure concrete per raggiungere il traguardo del net zero entro il 2040 e, così, allinearci all’impegno globale di limitare il riscaldamento del pianeta a 1,5°C.

Per quanto riguarda i materiali e gli imballaggi vogliamo decarbonizzare al 100% la nostra catena di fornitura entro il 2040, riducendone le emissioni del 40% già entro il 2030 per le categorie di prodotto più impattanti (detersivi per il bucato, prodotti per la cura dei tessuti, shampoo, balsami, bagnoschiuma e pannolini per bambini). Inoltre, vogliamo ridurre del 50% l’uso di plastica vergine entro il 2030. Per raggiungere questi traguardi ci impegneremo a:

  • Innovare i materiali realizzando confezioni più leggere; usare materiali d’origine biologica e carbonio riciclato; sviluppare nuovi materiali e tecnologie che riducono le emissioni GHG.
  • Collaborare con partner per studiare processi produttivi a basse emissioni di carbonio e che funzionino con energie rinnovabili.
  • Comprendere le potenzialità della cattura e dello stoccaggio del carbonio.
  • Garantire la salute delle foreste, fondamentali per ridurre le emissioni di gas serra, grazie a un approvvigionamento responsabile di olio di palma e pasta di legno.
Piano di transizione climatica

La nostra ambizione è raggiungere il traguardo del net zero per le attività produttive entro il 2040. A livello globale tra il 2010 e il 2020 in questo ambito abbiamo già ridotto le emissioni del 52%, creando una solida base per azzerarle grazie a:

  • Aumento dell’efficienza energetica e, quindi, del risparmio energetico.
  • Acquisto di energia elettrica al 100% da fonti rinnovabili: già nel 2021 il 97% dell’energia elettrica acquistata da P&G, a livello mondiale, proviene da fonti rinnovabili. Nel 2021 la Environmental Protection Agency degli Stati Uniti ha riconosciuto P&G al quinto posto nella sua National Top 100 di utenti che sfruttano energia verde e al secondo posto nella sua Top 30 per la generazione di energia rinnovabile in loco a livello nazionale, rendendo P&G l’azienda top-rated nel settore dei prodotti di consumo.

Anche per quanto riguarda i trasporti, sia in entrata che in uscita dai nostri stabilimenti, per il 2040 il nostro obiettivo è azzerare le emissioni. Ci siamo posti l’obiettivo di ridurle del 40% entro il 2030 e stiamo progettando di aumentare l'efficienza del trasporto dei prodotti finiti in uscita del 50%, sempre entro il decennio. Oltre che continuando a collaborare con aziende ecosostenibili di trasporti, raggiungeremo questi traguardi con una serie di strategie, come:

  • Maggior uso del trasporto intermodale (ferroviario e navale).
  • Miglioramento del tasso di riempimento per veicoli e container.
  • Aumento del carico utile massimo consentito per i veicoli.
  • Uso di veicoli alimentati con combustibili alternativi.
  • Ottimizzazione della rete di approvvigionamento.
  • Partnership per sviluppare soluzioni innovative.

Il piano d’azione per la transizione climatica affronta la questione delle emissioni di gas serra anche nella fase d’uso dei prodotti da parte dei consumatori, perché da essa deriva la maggior parte della nostra impronta di carbonio. Se è vero che non possiamo controllare direttamente questa fase, possiamo però influenzarla:

  • Informando i consumatori su come i piccoli gesti a casa possono fare la differenza per il pianeta.
  • Riducendo le emissioni dei consumatori promuovendo i lavaggi in lavatrice a bassa temperatura. Dal 2015, le emissioni evitate dai consumatori statunitensi sono state di circa 15 milioni di tonnellate di anidride carbonica: entro il 2030 possiamo aiutare a evitare altre 30 milioni di tonnellate.
  • Progettando con i partner la casa del futuro, a basse emissioni di carbonio e a basso consumo d’acqua.

Infine il piano d’azione P&G verso il net zero prevede anche una serie di azioni per rendere più sostenibile il fine vita dei prodotti e ridurne le emissioni:

  • Renderemo gli imballaggi al 100% riciclabili o riutilizzabili entro il 2030.
  • Valuteremo strategie percorribili per ridurre le emissioni, come ridurre l’uso di materie prime fossili vergini, usare i materiali in modo più efficiente, realizzare materiali da carbonio riciclato.
  • Ci impegneremo a sviluppare soluzioni per migliorare il riciclo a casa e nelle comunità.

I progressi di P&G verso il traguardo del net zero si possono monitorare con gli aggiornamenti che faremo al Climate Transition Action Plan l’ESG Investor Portal, i report secondo le raccomandazioni della Task Force on Climate Related Financial Disclosures e le informazioni connesse al clima tramite il CDP Climate Survey.